GLI AUGURI DI ANISAP AL NUOVO ASSESSORE ALLA SALUTE, LATRONICO

GLI AUGURI DI ANISAP AL NUOVO ASSESSORE ALLA SALUTE, LATRONICO

Cosimo Latronico nuovo Assessore regionale alla Salute: da Anisap Basilicata auguri di buon lavoro e necessità di una svolta nel metodo del confronto.

A nome dei laboratori e delle strutture associati ad Anisap Basilicata il presidente dell’Associazione Roberto Cichetti ha rivolto auguri di buon lavoro al neo assessore alla Salute Cosimo Latronico, al Presidente Bardi e a tutti gli assessori regionali nominati.

In particolare la nomina dell’Assessore alla Salute – sottolinea Cicchetti – ci consente di avere l’interlocutore istituzionale con il quale riprendere la fase di confronto interrotta da tempo, già prima della conclusione della passata legislatura nel corso della quale ha registrato non poche incomprensioni sino a proteste della categoria. 
Nel riconoscere al neo Assessore Latronico capacità di ascolto e mediazione già dimostrate nel precedente incarico assessorile, il presidente dell’Anisap evidenzia la necessità di una svolta nel metodo del confronto che – rileva – negli ultimi cinque anni, nonostante si siano insediati alcuni Tavoli al Dipartimento e alla Presidenza della Giunta si sono dimostrati inadeguati. Sono maturi i tempi per sostenere che la Sanità è una e chi ha responsabilità di governo deve mettere in campo tutte le possibili energie, le azioni e gli strumenti per renderla fruibile dal cittadino ed efficace attraverso il sistema Pubblico e Privato.

Ci sono temi prioritari da affrontare per il sistema della specialistica ambulatoriale che si è dimostrata in tutti questi anni capace di rispondere alle esigenze degli utenti e di venire incontro a quelle del Servizio Sanitario Regionale e, nello specifico, per i laboratori, che si confermano presidio permanente per la cura e la prevenzione della salute dei cittadini.   Siamo certi – conclude Cicchetti – che si creeranno nuove condizioni di collaborazione  per consentire al sistema sanitario privato accreditato regionale di continuare ad offrire un sostegno operativo ad integrazione e sostituzione del Servizio Sanitario Regionale contribuendo inoltre a ridurre disagi agli utenti.


ARTICOLI CORRELATI ▶