ELEZIONI A POTENZA, TELESCA: AGLI ATTACCHI DELLA LEGA, RISPONDIAMO CON PROPOSTE PER LA CITTÀ

ELEZIONI A POTENZA, TELESCA: AGLI ATTACCHI DELLA LEGA, RISPONDIAMO CON PROPOSTE PER LA CITTÀ

"Mentre la Lega, con Fanelli più nervoso che mai, continua a rivolgermi attacchi personali e strumentali, voglio rispondere con un sorriso e un pensiero per la nostra città". Lo dichiara Vincenzo Telesca, candidato sindaco al Comune di Potenza.

"Quando sarò sindaco - dice Telesca -  lavorerò per costruire una Giunta che non risponda ai desiderata della politica politicante, ma che coinvolga i candidati, gli elettori e gli stakeholder della città. In particolare, per l’assessorato al centro storico e al turismo, e per un altro assessorato che intendo dedicare alle campagne e alle periferie. Se centro e periferie non vengono interconnessi, sono destinati entrambi a morire, come li ha costretti la Lega in questi cinque anni di malgoverno.

Anche sul bilancio, che è il tallone d’Achille del nostro Comune, ho intenzione di mettere un tecnico preparato, capace di far quadrare i conti e di intercettare risorse con programmazione e progettualità europee. Solo così possiamo risolvere i problemi di deficit e costruire opere che offrano servizi alla città Capoluogo, che per sua natura accoglie durante la settimana chi la raggiunge per lavoro dai Comuni della provincia. E togliere le mani dalle tasche dei potentini, vessati con autovelox che nulla hanno a che fare con la sicurezza, ma servono solo a fare cassa.

È il momento di stare insieme, ora più che mai. I potentini hanno già dimostrato al primo turno di non voler essere più amministrati dalla Lega, la Lega dell’autonomia differenziata che vuole toglierci risorse per darle al Nord. La Lega che ha ridotto la sanità lucana a brandelli, con un buco milionario e liste d’attesa infinite anche per le prestazioni sanitarie più semplici e urgenti. A pagarne le conseguenze è la maggiore azienda sanitaria della regione, l'ospedale San Carlo di Potenza".

 


ARTICOLI CORRELATI ▶