Vito Bardi

ELEZIONI REGIONALI 2024: CENTRODESTRA IN FERMENTO. BARELLI (FI): BARDI NON SI TOCCA. CRIPPA (LEGA): SIAMO IN CREDITO

Il centrodestra ancora diviso sulle candidature nelle regioni dove si voterà in primavera. Per quanto riguarda la Basilicata Forza Italia insiste sulla conferma del governatore uscente Vito Bardi.

Il capogruppo alla Camera Paolo Barelli sgombra il campo da equivoci: "Decidono Meloni, Tajani e Salvini ma vi posso dire che non esiste. Bardi fa solo passi avanti - osserva - si tratta di essere realisti. La cosa non è proprio in discussione. Lo ha detto anche Tajani". In casa Lega c'è fibrillazione dopo l'affondo di Fdi su Solinas, presidente uscente della Sardegna, con Meloni che vuole candidare al suo posto il sindaco di Cagliari Truzzu. "La vicenda non è chiusa - dice il vicesegretario nazionale del Carroccio, Andrea Crippa - ma credo che alla fine, vista l'insistenza di Fdi, il candidato sarà Truzzu.  Quanto alla Basilicata - aggiunge - capisco e comprendo la posizione di Fdi quando sostiene che in Sicilia il candidato presidente anziché di Fdi è stato di Forza Italia. La Lega - prosegue Crippa - in 
Sardegna ha fatto uno sforzo perché il centrodestra andasse unito ed è uno sforzo per noi importante, perché continuiamo a credere che la squadra di Solinas abbia governato bene. Ora un altro partito dovrebbe fare lo stesso sforzo: se vale la regola 
che contano le percentuali dei partiti in questo momento la Lega è chiaramente in credito".


ARTICOLI CORRELATI ▶