ALLA BIT DI MILANO IL PATRIMONIO AMBIENTALE E GASTRONOMICO LUCANO

ALLA BIT DI MILANO IL PATRIMONIO AMBIENTALE E GASTRONOMICO LUCANO

Si chiama “Open Space in Bit” lo spazio dedicato alla Basilicata alla Borsa internazionale del turismo, che si terrà a Milano dal 4 al 6 febbraio prossimi.

Tra i tanti eventi in programma, due verranno curati dalla Fondazione Eni Enrico Mattei (FEEM) con i contributi dei dipartimenti e degli assessorati all’Ambiente e alle Politiche agricole della Regione Basilicata, di Apt Basilicata e di Sogemi.

La collaborazione tra FEEM e Regione Basilicata rientra nell’ambito dei progetti non oil approvati dall’Accordo Progetti di Sviluppo tra Regione Basilicata, Eni e Shell Italia E&P.
Nel primo evento, in programma lunedì 5 febbraio, alle ore 10, il confronto si focalizzerà sulla valorizzazione dei prodotti enogastronomici lucani. Un’occasione per illustrare le potenzialità e le peculiarità del protocollo d’intesa siglato nei mesi scorsi tra Regione Basilicata, FEEM e Sogemi, società del Comune di Milano che gestisce i mercati agroalimentari all’ingrosso della città.

Il protocollo, della durata di tre anni, prevede di sviluppare nuove sinergie tra le tre realtà, con l’obiettivo di puntare a dare la giusta visibilità e promozione alle eccellenze lucane agricole ed enogastronomiche e creare, con il supporto di Apt Basilicata, prodotti turistici in linea con le tendenze generali del mercato. Dati e riflessioni interessanti emergeranno anche dall’analisi condotta da FEEM sui prodotti enogastronomici lucani che hanno un marchio di indicazione geografica. Nello specifico, quanto e quali prodotti lucani a marchio sono i più cercati dai consumatori nel web. 


Nel secondo evento, in programma martedì 6 febbraio, alle ore 15, al centro del dibattito la rigenerazione dei paesaggi e dei borghi lucani. Si discuterà di come la rete dei borghi lucani, che sta implementando i progetti di rigenerazione territoriale, promossi dal ministero della Cultura e dalla Regione Basilicata, esprime un nuovo potenziale strategico in termini di nuovo prodotto turistico, capace di rispondere alle aspettative dei turisti che ricercano luoghi poco noti, ben custoditi, scrigni di bellezza e autenticità.

Dal confronto, inoltre, emergeranno le azioni che la Regione Basilicata, con il supporto di FEEM, intenderà adottare per rivitalizzare i borghi e i paesaggi lucani.
Durante tutta la manifestazione verrà mostrato il progetto pilota “Cantine 360°” realizzato da FEEM, che riproduce un tour virtuale di una cantina del Vulture, offrendo un’esperienza sensoriale unica ai visitatori.


ARTICOLI CORRELATI ▶