AUTOMOTIVE MELFI, LA FISMIC CHIEDE ATTENZIONE ANCHE PER LOGISTICA E INDOTTO

AUTOMOTIVE MELFI, LA FISMIC CHIEDE ATTENZIONE ANCHE PER LOGISTICA E INDOTTO

Polo industriale di Melfi: focus non solo sulla fabbrica Stellantis, ma anche sull'indotto e sulla loogistica. A chiederlo è è il segretario generale della Fismic Basilicata Pasquale Capocasale.


Il rappresentante della Fismic ha avanzato la proposta facendosi portavoce delle problematiche che stanno interesando, in particolare, le aziende dell’indotto e della logistica e, quindi, i lavoratori dell’area industriale di San Nicola di Melfi.

“E’ tanto urgente quanto necessario – sottolinea Capocasale- aprire il tavolo di confronto con Stellantis anche sulla componentistica e la logistica”. Giudizio interlocutorio, invece, sull’esito del recente incontro al Ministero delle Imprese e del Made in Italy  nel quale il ministro Urso ha presentato il nuovo piano di incentivi per il 2024 che prevede investimenti  per quasi un miliardo di euro. 

“Il piano degli incentivi promosso dal Governo  è un primo passo , ma non è sufficiente ad affrontare la transizione digitale ed ecologica nel settore automotive – sottolinea Capocasale-. C’è bisogno di uno sforzo sinergico con politiche europeee capaci di rendere concorrenziale il mercato continentale dell’automotive. E’ altresì necessario che al tavolo sull’automotive ci sia anche il ministero del lavoro che dovrà assicurare gli ammortizzatori sociali necessari”.


ARTICOLI CORRELATI ▶