DICHIARAZIONE NOI MODERATI SULLE REGIONALI: “ NESSUNA IMPOSIZIONE, LA DECISIONE SIA FRUTTO DI CONDIVISIONE CON I TERRITORI”

DICHIARAZIONE NOI MODERATI SULLE REGIONALI: “ NESSUNA IMPOSIZIONE, LA DECISIONE SIA FRUTTO DI CONDIVISIONE CON I TERRITORI”

La politica è prima di tutto servizio per il bene della comunità. Ed è di tutta evidenza come sia necessario ricoprire ruoli istituzionali per poter incidere sulle scelte, assumersi responsabilità e dare il proprio contributo al bene comune. 

A noi interessa ricoprire ruoli istituzionali nella misura in cui ciò è necessario a portare avanti la nostra idea di Basilicata.

Tuttavia volersi porre all’attenzione degli elettori, chiedere la loro fiducia, per portare avanti un progetto politico, con le donne e gli uomini che si candidano a rappresentarlo, non può e non deve essere mai velleità personale di conquista di una poltrona a tutti i costi.

Abbiamo sufficiente cultura politica e spirito di appartenenza al partito e alla coalizione per non sapere che la decisione sui candidati presidenti di regione non può prescindere dalla valutazione dei vertici nazionali che garantisca equilibrio e compattezza sullo scacchiere nazionale. 

Ciò nonostante riteniamo inaccettabile che tali, legittime e irrinunciabili necessità, non vengano in alcun modo condivise con chi conosce il territorio, le sue problematiche e le sue esigenze; in altre parole ciò che più di ogni altra cosa dovrebbe essere la bussola che guida la scelta del candidato presidente alle prossime elezioni regionali, dovrebbero essere i programmi e, soprattutto l’interesse dei lucani.

Noi moderati in Basilicata ha dimostrato di essere forza politica degna di attenzione e di rispetto per peso elettorale oltre che per il contributo in termine di idee, proposte e competenze che può apportare alla coalizione con la sua classe dirigente.

Presenza che, superficialmente, viene considerata marginale e scontata ogni qual volta si tratta di fare delle scelte che riguardano l’intera coalizione e, di conseguenza, anche noi. 

Il fatto che gli altri partiti della coalizione accettino di delegare ogni tipo di scelta ai tavoli romani, ci sembra più frutto di  personalismi, piuttosto che voglia di discutere realmente sul piano politico quale possa essere la migliore scelta per il futuro della nostra regione.

L’idea che sta passando in queste settimane è che il candidato presidente della Basilicata sarà deciso a Roma ed è cosa che riguarda solo 3 dei 4 partiti di coalizione. La decisione, una volta presa con queste modalità, dovrebbe essere poi passivamente accettata e sostenuta dalla classe dirigente dei Partiti presenti sul territorio, senza che in alcun modo siano stati coinvolti nella scelta.

Tutto questo tralasciando che la scelta in Basilicata potrebbe essere frutto di compensazione di postazioni tra forze politiche, come se la nostra fosse una regione di serie B, o peggio, l’equilibrio politico nazionale fosse criterio prioritario rispetto a una scelta basata sulle capacità di chi meglio di tutti potrebbe guidare la regione  nei prossimi 5 anni e con quali programmi.  

Ebbene questo stato di cose, che più volte abbiamo rappresentato a livello nazionale senza esito, oggi, a pochi mesi dalle scadenze elettorali, non è più tollerabile.

La dignità della proposta politica e della comunità che rappresentiamo vale per noi più di qualsiasi velleità personale; non pensiamo di essere in grado di chiedere la fiducia degli elettorali su una scelta che potremmo non condividere e alla quale non abbiamo in alcun modo partecipato.

Per questa ragione il coordinamento regionale del partito ha deciso di consegnare al nostro leader nazionale Maurizio Lupi, tale posizione, affinché se ne faccia portavoce sul tavolo nazionale: in assenza di condivisione con il territorio delle ragioni politiche della scelta del candidato presidente e di condivisione dei programmi da proporre ai lucani, nessuno dia per scontata la presenza della lista di Noi Moderati alle prossime competizioni elettorali nella coalizione di cdx.

Se la scelta verrà fatta senza alcuna forma di condivisione, come è accaduto finora, e non dovesse rispondere a quello che è la nostra idea di Basilicata, Noi Moderati, potrebbe non essere della partita; non ce lo consentirebbe quella coerenza che insieme alla nostra dignità, è per noi valore politico irrinunciabile. 

Su questo punto, il Presidente, Maurizio Lupi, ci ha ribadito che : “ il criterio  che  ha sempre ispirato Noi Moderati, nella scelta dei candidati è chi meglio può governare la regione , la compattezza della coalizione che è un valore per il centro destra e il coinvolgimento dei territori che per noi sono prioritari nelle indicazioni”

 La nostra idea di politica è fortemente caratterizzata dalla condivisione delle scelte e dal rispetto dei territori: in assenza di queste componenti altri si assumeranno  la responsabilità del rischio di riconsegnare la Basilicata al csx.


ARTICOLI CORRELATI ▶