SICCITÀ: ANCHE SCANZANO CHIEDE LO STATO DI CALAMITÀ

SICCITÀ: ANCHE SCANZANO CHIEDE LO STATO DI CALAMITÀ

A causa "della persistente e grave siccità che ha colpito il territorio", come hanno fatto anche altre amministrazioni del Metapontino, anche il Comune di Scanzano Jonico ha dichiarato lo stato di calamità naturale. 

"Una decisione necessaria - ha messo in evidenza il sindaco Pasquale Cariello - per fronteggiare la crisi idrica che sta mettendo a dura prova la nostra comunità.

La mancanza di precipitazioni e le temperature eccezionalmente elevate degli ultimi giorni hanno causato un drastico abbassamento delle risorse idriche disponibili, compromettendo l'agricoltura, l'allevamento e l'approvvigionamento di acqua potabile per le famiglie". 

Cariello ha poi sottolineato che "in risposta a questa emergenza stiamo attivando tutte le misure necessarie per alleviare gli effetti della siccità e sostenere i nostri agricoltori e allevatori.

Tra queste, la richiesta di aiuti straordinari al governo regionale e nazionale", ha concluso il primo cittadino di Scanzano Jonico.


ARTICOLI CORRELATI ▶